QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 20°27° 
Domani 19°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
venerdì 26 agosto 2016

Attualità martedì 01 marzo 2016 ore 14:35

Tari più leggera per cittadini e imprese

Possibilità di dilazionare il pagamento in quattro rate. Tutte le riduzioni per famiglie e aziende. Ribassi che arriveranno anche al 14 per cento

PIETRASANTA — Tari più leggera per tutte le imprese e per tutte le tipologie di nuclei familiari del Comune di Pietrasanta. La tassa sui rifiuti avrà ribassi per tutti i tipi di attività e per tutti i nuclei familiari, anche per i single.

Per le utenze non domestiche, quindi artigiani, commercianti, balneari, ristoranti, bar le riduzioni potranno arrivare fino al 13,76 per cento con un alleggerimento medio del 5,47 per cento. 

Per le famiglie con un nucleo familiare composto da sei persone o più fino le riduzioni potranno arrivare fino all’11,75 per cento. Mediamente, la tassa sui rifiuti, costerà il 10,9 per cento in meno rispetto all’anno prima per le famiglie pietrasantine. 

Saranno invece circa seicento le famiglie della nostra città che godranno dell’esenzione totale o parziale della Tari, il 10 per cento in più nel confronto con il 2015 per un importo complessivo di circa 190mila euro

E’ lo schema presentato dall’amministrazione comunale guidata da Massimo Mallegni in occasione dell’approvazione, da parte della Giunta, del numero delle rate e delle scadenze di pagamento della Tari per il 2016. Il versamento avverrà in quattro rate di pari importo scadenti nel mese di aprile, giugno, settembre e novembre. L’eventuale pagamento in una unica soluzione è consentito entro il mese di giugno. 

“Abbiamo mantenuto anche questa promessa – ha spiegato il sindaco Mallegni – e non era facile. La Tari sarà meno cara per tutte le attività e per tutte le fasce di nuclei familiari. Pagheranno tutti di meno. Il nostro obiettivo è arrivare al calcolo della tassa puntuale facendo pagare a famiglie ed imprese solo quello che effettivamente producono come rifiuti. Questo è solo un primo passo in questa direzione. La priorità era iniziare a far scendere la pressione fiscale per far tornare a respirare imprese e famiglie”.

Entrando nel dettaglio delle riduzioni i single avranno una riduzione del 7,28 per cento, i nuclei composti da due persone del 10,15 per cento, da tre persone del 10,27 per cento, da quattro persone del 10,34 per cento, da cinque persone del 11,33 per cento e da più di sei addirittura dell'11,75 per cento. 

Diversificata, ma sempre per difetto, il costo della tassa per le imprese: negozi di abbigliamento, librerie, calzature, cartolerie, ferramenta pagheranno il 13,69 per cento in meno. Ristoranti, trattorie, pizzerie, osterie e pub meno 4,46 per cento. Bar, caffe e pasticcerie meno 5,51 per cento. Supermercati e negozi di vendita generi alimentari meno 12,23 per cento. Carrozzerie e officine meno 3,96 per cento. Attività industriali meno 11,59 per cento. Attività artigianali meno 11,66 per cento. Edicola, farmacia, tabaccaio e plurilicenze meno 13,76 per cento. Distributori carburanti, impianti sportivi, campeggi meno 0,86 per cento. Stabilimenti balneari meno 5,45 per cento. Autosaloni meno 3,54 per cento. Alberghi con ristorante meno 3,54 per cento. Alberghi senza ristorante meno 3,51 per cento. Case di cura e riposo meno 3,57 per cento. Uffici, agenzie, studi professionali meno 12,34 per cento. Negozi di tende e tessuti, tappeti, cappelli ed antiquariato meno 13,72 per cento. Banchi di mercato beni durevoli meno 3,61 per cento. Parrucchieri, estetiste e barbieri meno 0,20 per cento. Discoteche e night club meno 13,27 per cento. Ortofrutta, pescherie, fiori e pizza al taglio meno 1,79 per cento. Mense, birrerie ed hamburgherie meno 7,59 per cento.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca