QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 19°21° 
Domani 19°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
lunedì 21 ottobre 2019

Politica mercoledì 19 giugno 2019 ore 14:40

Plastiche in mare, interrogazione al ministero

Plastica in spiaggia (foto di repertorio)

Le deputata Rossella Muroni interroga il Ministero dell'Ambiente sul progetto Sauro e sulle azioni previste per ridurre l'inquinamento del mare



ROMA — Dopo che l’"isola di plastica” del Mar Tirreno – in realtà un vortice di microplastiche tra Elba, Corsica e Capraia noto da anni – ha conquistato le pagine dei media (a volte con un sensazionalismo esasperato) e dopo l’intervento del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che chiedeva conto al governo di quale iniziative intendesse intraprendere e si dichiarava pronto a co-finanziare il progetto “Sauro” (chiedendo che fine abbia fatto, qui l'articolo), sulla questione interviene nuovamente - con una interrogazione a risposta immediata in Commissione ambiente della Camera - l’ex presidente di Legambiente e deputata di Liberi e Uguali, Rossella Muroni

Nella interrogazione rivolta al Ministero dell'Ambiente la deputata infatti chiede conto delle azioni previste dal governo, dopo aver premesso che "la Presidenza del Consiglio, dipartimento della protezione civile, è titolare del brevetto di disinquinamento marino 'Sauro', oggetto di una convenzione con la Marina militare italiana, che ha messo a disposizione una nave per realizzare un prototipo; tale sistema, brevettato in Italia e in altri Paesi, ha suscitato interesse in ambiti scientifici e ambientalisti, manifestatosi attraverso inviti ad essere presentato in contesti nazionali ed internazionali, nonché per mezzo di agenzie di stampa, giornali, green report, eventi Ted; le citate fonti rappresentano che esso possa ripulire il mare da plastiche e microplastiche e recuperare idrocarburi e rifiuti ingombranti, grazie alla polifunzionalità, ideata per fronteggiare anche gli effetti di catastrofi naturali, come esondazioni e tsunami; il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare è responsabile dell'attuazione della direttiva quadro sulla strategia marina, che inserisce i rifiuti marini tra gli undici descrittori del buono stato ambientale".

E infine la deputata chiede "quali iniziative intenda assumere il Ministro interrogato, per quanto di competenza, per promuovere e rendere operativo il sistema 'Sauro' in modo da consentire al Paese di ridurre l'inquinamento dei mari e adempiere agli obiettivi del decreto ministeriale 17 ottobre 2014, in attuazione della direttiva quadro sulla strategia marina, chiarendo quando il disegno di legge 'salva mare' approderà in Parlamento dopo oltre due mesi dall'approvazione in Consiglio dei ministri".



Tag

«Report», l'indagine sulle capsule di caffè che non si smaltiscono e quelle (poche) di alluminio riciclate

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità