comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 19°30° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
giovedì 09 luglio 2020
corriere tv
Post Covid, Lamorgese: «In autunno avremo grave crisi economica, c'è rischio concreto di tensioni»

Cronaca lunedì 22 giugno 2020 ore 14:58

Rapine e furti, traditi dai compro oro

I carabinieri di Massarosa hanno arrestato due uomini accusati di essere i responsabili di una rapina a Bozzano e vari furti nelle case della zona



MASSAROSA — Sono accusati di aver rubato in diverse case della zona e di aver perpetrato anche una rapina a mano armata in un tabacchi a Bozzano lo scorso gennaio. A finire nei guai due uomini di 50 e 28 anni. I carabinieri di Massarosa li hanno arrestati questa mattina alle prime luci dell'alba.

I fatti risalgono al 10 gennaio 2020 quando il più giovane dei due entrato nella tabaccheria con volto travisato ed armato di pistola revolver e, minacciando di morte il titolare, aveva strappato a quest’ultimo una collanina in oro e l’orologio e si era fatto consegnare i soldi della cassa, spingendolo poi in terra e dandosi alla fuga a bordo di un’auto insieme al 50enne che era rimasto fuori dall’esercizio commerciale a fare da “palo.

A seguito di quell’episodio, i carabinieri di Massarosa hanno subito avviato le indagini che hanno consentito di individuare i responsabili. In particolare, grazie ai video delle telecamere di sicurezza sono riusciti a risalire al mezzo utilizzato dai due malviventi.

Successivamente, i militari hanno effettuato delle verifiche presso alcuni rivenditori di oro della zona, accertando che, in alcuni di essi, i due malviventi avevano effettuato numerose transazioni con le quali avevano rivenduto oggetti in oro provenienti da alcuni furti, in particolare la catenina asportata durante la rapina al tabacchi di Bozzano.

Le ulteriori successive indagini, hanno inoltre permesso ai Carabinieri di addebitare al 50enne anche altri tre furti in abitazione, tra tentati e consumati, commessi tra gennaio e febbraio 2020 nei comuni di Viareggio, Massarosa e Camaiore.

I due sono stati arrestati e portati nel carcere di Lucca

Nel corso del blitz, inoltre, i militari dell’Arma hanno effettuato una perquisizione nelle abitazioni dei due indagati ed hanno rinvenuto la pistola revolver, risultata giocattolo senza tappo rosso, utilizzata per la rapina a Bozzano, nonché alcuni quadri d’autore, verosimilmente di provenienza furtiva, di cui ancora non è stato individuato il proprietario.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità