QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 13° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
sabato 07 dicembre 2019

Attualità venerdì 13 marzo 2015 ore 14:34

Denuncia Cisl: "In tre anni tasse duplicate"

Il sindacato ha preso in esame i dati dei 50 maggiori Comuni toscani dal 2011 al 2013. L'aumento più consistente nel gettito a Cascina, quello minore a Pontremoli



FIRENZE — La ricerca realizzata dalla Fnp-Cisl della Toscana ha preso in esame le entrate da tributi propri ed ha evidenziato come queste siano cresciute ovunque, con un incremento medio del 91,7%. 

A livello di singole realtà, invece, l'aumento più contenuto è risultato quello di Pontremoli (+3,9%) mentre quello più ampio è relativo a Cascina (+197,3%). Tra i capoluoghi di provincia, Grosseto, Massa, Pisa, Prato e Lucca sono sotto la media, mentre Pistoia, Arezzo, Firenze e Livorno sopra.

Secondo i dati della Cisl, la pressione tributaria media per abitante è passata da 443,17 euro pro capite nel 2011 a 762,15 nel 2013. Gli aumenti più consistenti si sono verificati a Marradi (+540 euro), Viareggio (+556 euro) e Chianciano (quasi 600 euro). Pietrasanta è invece risultato essere il Comune con la maggiore pressione tributaria per abitante, con circa 1.300 euro. 

L'altra faccia della medaglia è invece relativa al fatto che il 40% dei Comuni associano ad una pressione tributaria elevata una spesa sociale elevata: se però la spesa corrente nei è aumentata mediamente del +19,3%, la spesa per gli interventi sociali si è contratta dello 0,2%. I Comuni più attenti alle fasce deboli della popolazione, con esenzioni o agevolazioni, sono risultati Capannori e Piombino.



Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità