QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
domenica 18 novembre 2018

Attualità lunedì 13 agosto 2018 ore 08:00

Eccidio Sant'Anna, il sindaco contro il ministro

Foto Facebook Sant'Anna di Stazzema - Parco Nazionale della Pace

Nel 74mo anniversario della strage il sindaco di Stazzema ha invitato il ministro Fontana a dimettersi per la proposta di abolire la legge Mancino



STAZZEMA — Furono 560 le persone che 74 anni fa, il 12 agosto 1944, morirono nell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema messo in atto dai nazifascisti. Una delle pagine più buie e truci del Novecento italiano i cui testimoni diretti piano piano se ne stanno andando. 

La memoria però resta e ogni anno l'anniversario è accompagnato da celebrazioni e ricordi che anche quest'anno si sono svolte, accompagnate dal messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e che hanno visto il sindaco di Stazzema Maurizio Verona rivolgersi direttamente al ministro della famiglia Lorenzo Fontana dopo le affermazioni degli scorsi giorni riguardo alla proposta di abolizione della legge Mancino che punisce slogan e azioni legate all'ideologia nazifascista. 

"Il ministro Lorenzo Fontana - ha detto Verona - venga a Sant'Anna di Stazzema a dire che bisogna togliere le leggi che puniscono i reati contro i sostenitori di razzismi e violenze. Che venga a raccontarlo ad Enrico, Enio, Adele, Cesira, Mauro, Milena, Siria e a tutti gli altri superstiti della strage che hanno visto cadere accanto a loro padri, madri, fratellini e sorelle, che negli anni successivi non hanno più ritrovato amici di scuola e compagni di gioco perché nazisti e fascisti avevano distrutto tutto". 

Il sindaco ha poi ricordato che "il 7 agosto 2018 il consiglio comunale di Stazzema ha votato un ordine del giorno con cui si chiede conto delle affermazioni del ministro che ha proposto di abolire la legge Mancino che a suo dire ''si è trasformata in una sponda normativa usata dai globalisti per ammantare di antifascismo il loro razzismo anti-italiano''. Attendiamo le sue scuse, attendiamo le sue dimissioni".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca