QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 8° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
mercoledì 26 febbraio 2020

Politica lunedì 20 gennaio 2020 ore 08:00

M5s critico sulla ricandidatura di Del Ghingaro

Annamaria Pacilio, portavoce M5s Viareggio

La portavoce del MoVimento 5 Stelle di Viareggio Pacilio: “Nonostante Del Ghingaro dica che è stato bravo, non è che chi si loda poi si imbroda?"



VIAREGGIO — Dopo l'ufficializzazione della ricandidatura a sindaco di Viareggio di Giorgio Del Ghingaro, la portavoce del MoVimento 5 Stelle, Annamaria Pacilio, commenta l'operato del primo cittadino di Viareggio attraverso una nota stampa.

"Dg ha ufficializzato la sua ricandidatura a sindaco di Viareggio? Se come lui dice parlano i fatti, possiamo dire di aver perso la Piscina comunale, lo Stadio, Il Palazzetto dello Sport, il Principe di Piemonte, Il Teatro Politeama e le case di emergenza abitativa...abbiamo una partecipata, I Care sull'orlo del baratro, un Festival Pucciniano e un Carnevale che vanno avanti grazie alle trasfusioni, leggi finanziamenti regionali, che, sarà un caso, in questo periodo preelettorale sono arrivati in maniera cospicua per incrementare il trono di Re Giorgio o spianare la strada della sinistra, che da Firenze, si vuol mantenere, quale sarà, al governo della città", scrive in una nota Anna Maria Pacilio del Movimento 5 Stelle.

"Sul dissesto - continua la nota-, se parlano i fatti, questi ci dicono che l'OSL non ha mollato la presa sul nostro comune e che quindi la partita è ancora lontana dall'essere chiusa con le tariffe pagate dai cittadini che sono ancora ai massimi livelli. Se parlano i fatti, oltre a qualche asfaltatura e taglio d'erba, che non deve essere salutato come un miracolo in riferimento allo sfacelo degli anni passati, abbiamo un centro storico con un mercato che fa pietà, un nuovo mercato ittico ancora lontano dal vedere la luce, una Terrazza della Repubblica alle prese con lavori sempiterni, e un regolamento urbanistico che è stato portato si' a termine nel suo iter, costellato però da irregolarità e forzature procedurali". 

Dg nel suo discorso poetico dice che ha chiesto: alla sabbia, ai quartieri, al piazzone, alle dune, al lago, alle piazze alle strade e Viareggio ha risposto..bene peccato che la città con i suoi abitanti non possa dire dire lo stesso in riferimento al muro tirato su da un'amministrazione che è rimasta distante dalle reali esigenze di chi qui ci abita e ci lavora e ha ancora sotto gli occhi una città in declino sotto ogni punto di vista..." Viareggio è stata, ed è un viaggio. Un viaggio in un sogno". Dice il sindaco. Un sogno appunto, e ci crediamo: la realtà è ben diversa ...nonostante Dg dica che è stato bravo..non è che chi si loda poi si imbroda?", conclude Pacilio.



Tag

Coronavirus, Conte: «La telefonata con Salvini? Mi ha detto che aveva cambiato numero»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità