Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:VIAREGGIO20°26°  QuiNews.net
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Cronaca martedì 03 aprile 2018 ore 18:08

Topo d'auto in trasferta nelle strade del lusso

A 24 anni da Prato arrivava in Versilia per rubare nelle auto a Forte dei Marmi nel quartiere di lusso Roma Imperiale. Beccato dai carabinieri



FIRENZE — Lo hanno sorpreso mentre rubava all’interno di alcune autovetture parcheggiate a Forte dei Marmi. E’ successo tutto la scorsa notte, in via Roma Imperiale quando una pattuglia dei Carabinieri di Viareggio ha notato degli strani movimenti nelle vicinanza di alcune autovetture in sosta.

A questo punto, i militari dell’Arma, percepito quello che stavano facendo i tre individui, si sono avvicinati per fermarli e questi si sono dati subito alla fuga. Ne è nato un lungo inseguimento a piedi che ha permesso ai carabinieri di bloccarne uno.

L'uomo, un albanese di 24 anni residente a Prato, è stato perquisito e nelle sue tasche i carabinieri hanno trovato circa 100 euro, un telefono di ultima generazione, un orologio Rolex ed alcuni paia di occhiali da sole.

L'uomo è stato portato in caserma e arrestato per i reati di furto aggravato in concorso e false dichiarazioni sulla propria identità.

Intanto proseguono le indagini dei Carabinieri per identificare i due complici che erano in compagnia dell’arrestato e che sono riusciti a fuggire.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il nuovo aggiornamento dai report di Regione e Asl nord ovest: numeri bassi sul fronte delle positività, decessi fermi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro

Attualità