comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 21°26° 
Domani 21°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
martedì 14 luglio 2020
corriere tv
Recovery Fund, Merkel: «Ci sono divergenze, ma puntiamo a trovare l'accordo»

Attualità martedì 05 maggio 2020 ore 07:00

Centinaia di saracinesche alzate per il flash mob

Flash mob contro il governo, centinaia di saracinesche alzate in provincia di Lucca. E in Versilia hanno manifestato anche i balneari



PROVINCIA DI LUCCA — Ottima partecipazione su tutto il territorio della Lucchesia, ieri mattina, alla manifestazione di protesta nei confronti del governo organizzata da Confcommercio Toscana a livello regionale, per chiedere misure economiche forti nell’immediato – sotto forma di contributi a fondo perduto, così come avvenuto in altri Paesi – per sopperire a due mesi di mancati incassi, e al tempo stesso certezze sulla modalità di riapertura dei negozi ancora chiusi, soprattutto dal punto di viste delle prescrizioni.

Diverse centinaia le attività di ogni genere merceologico che dalla città capoluogo alla Piana, fino alla Valle del Serchio, hanno alzato stamani la propria saracinesca per una azione simbolica e dimostrativa durata 2 ore e mezzo.

Nel solo centro storico, sono state circa 200 le attività aperte. I commercianti hanno fatto sentire la loro voce in vario modo dal maxi striscione “Lucca presente” al tricolore di via San Paolino, passando per le tante locandine dell’iniziativa affisse nelle vetrine dei negozi all’insegna degli hastag #nonandràtuttobene e #nonlasciatecisoli.

Molto buona anche la partecipazione in Valle del Serchio, soprattutto nei due principali centri commerciali naturali della zona a Castelnuovo Garfagnana e Fornaci di Barga. Anche qua tante decine e decine di saracinesche alzate e vetrine aperte, con particolare soddisfazione di Confcommercio per le adesioni di Fornaci, area dove l’associazione è sbarcata solo da pochi mesi con un proprio ufficio distaccato a servizio degli associati.

Ad Altopascio, nella Piana, i rappresentanti del locale centro commerciale naturale hanno consegnato simbolicamente al sindaco Sara D’Ambrosio una chiave che rappresenta le chiavi di tutti i negozi della cittadina, a rappresentare la gravissima crisi che anche il commercio altopascese sta attraversando.

In Versilia, oltre 100 partecipanti a Viareggio e altrettanti a Camaiore, sia al Lido che nel capoluogo. Ottima adesione anche a Forte dei Marmi, nonostante l'assenza delle "catene". Sempre in Versilia, hanno preso parte al flash mob anche 350 stabilimenti balneari,'80 per cento del totale.

“A tutti i nostri imprenditori che hanno partecipato all’iniziativa – afferma il direttore Rodolfo Pasquini – va il nostro sentito ringraziamento e plauso. Non era facile, né scontato che in così tanti decidessero di aprire le proprie attività senza avere la possibilità di vendere, solo a scopo simbolico. E invece questa risposta così importante ci dà adesso la forza di combattere con ancora maggiore energia la nostra battaglia sindacale. Il Governo non può e non potrà continuare ad ignorare le disperate grida d’aiuto che arrivano da imprenditori di ogni età e genere merceologico: servono aiuti immediati e concreti. Servono contributi a fondo perduto. E servono regole snelle, chiare e sostenibili per garantire a tutti di poter riaprire. Il tempo dell’attesa e della pazienza è finito, perché qua in ballo ci sono il futuro e la sopravvivenza di centinaia di migliaia di piccole e medie imprese e milioni di posti di lavoro”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità