comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:11 METEO:VIAREGGIO10°  QuiNews.net
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
mercoledì 02 dicembre 2020
corriere tv
Il Senato chiude l'audio a Casini mentre sta parlando e lui non la prende bene

Attualità martedì 27 ottobre 2020 ore 14:05

I menu sventolati contro il nuovo Dpcm anti-Covid

Foto Facebook Fratelli d'Italia Viareggio

In duecento hanno manifestato per chiedere al governo un cambio di rotta sulle chiusure. In piazza ristoratori, gestori di palestre e scuole di danza



VIAREGGIO — Dopo la manifestazione di ieri sera che ha visto scendere in piazza i gestori delle palestre, chiuse dall'ultimo Dpcm del governo contro il contagio da Covid-19, a Viareggio è stata un'altra mattinata di protesta. Stavolta sono scesi nella centralissima piazza Mazzini i ristoratori insieme, ancora, ai gestori di palestre e scuole di danza: circa duecento persone che hanno sventolato menu in aria "armati" di sedie e pentole. 

E già il movimento di protesta contro l'ultimo Dpcm ha un nome: "Rete Versilia".

La manifestazione si è svolta con calma e in modo pacifico, negli stessi istanti in cui le tv nazionali mandavano in onda le immagini delle proteste, ben più accese, che si sono svolte nelle grandi città come Milano e Torino dove ci sono stati anche saccheggi. I viali a mare sono stati bloccato simbolicamente per dieci minuti.

I ristoratori chiedono di rivedere l'orario di chiusura stabilito dal governo alle 18 per ristoranti e bar e di allungarlo almeno alle 23. 

Tra gli slogan sui cartelli si leggeva: "Se lavorare non è un diritto, pagare le tasse non è più un dovere", "Lavoro uguale dignità", "Viareggio c'è, uniti ce la faremo".

Presenti alcuni consiglieri dell'opposizione in Consiglio comunale.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità