comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:50 METEO:VIAREGGIO13°  QuiNews.net
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Moratti furiosa: «Errore del governo, danno enorme per la Lombardia»

Attualità sabato 09 gennaio 2021 ore 17:18

"Vittime della strage avete ricevuto un torto"

strage di viareggio

Lo scrive il presidente delle 'Tartarughe lente' che cura la Casina dei ricordi. Ma oggi tutta la città ha distillato amarezza e dolore



VIAREGGIO — "Vi abbiamo portato a spalla fino in chiesa consapevoli che dentro quella cassa c'era poco o niente, ho postato su Facebook le foto una sola volta e con un gran dolore, e non mi vergogno a dire con le lacrime agli occhi, per undici anni non le ho più guardate". 

"Torno oggi, il giorno successivo la pronuncia della Cassazione. Avete ricevuto un torto e noi perso un diritto quello di avere giustizia. In tutti questi anni passati a ricordarvi e a cercare una giustizia mi si è seccata talmente l'anima che non ho più lacrime ma tanta rabbia per uno stato che si nutre di povera gente".

E' quanto affida ai social Giuliano Bandoni, il presidente del gruppo motociclisti Tartarughe Lente che cura la Casina dei Ricordi realizzata a Viareggio in memoria delle 32 vittime della strage del 29 giugno 2009.

Il post di Bandoni prende le moss Cassazione  e dal ricordo di Pulce e Scarburato, soprannomi dei motociclisti Maria Luisa Carmazzi e Andrea Falorni che morirono per le fiamme intorno alla stazione. E oggi, dopo la sentenza con cui la Cassazione ha pesantemente riformato il pronunciamento della Corte d'Appello di Firenze sul disastro ferroviario (vedi articolo sotto), la giornata è stata scandita da gocce di dolore, amarezza e rabbia distillate in quantità.

I familiari delle vittime, in una conferenza stampa (vedi articolo sotto) tornano a chiedere verità e giustizia: "La Cassazione ha cancellato un reato e degli anni di condanna, ma ha comunque accertato che queste persone sono colpevoli. Noi volevamo che le responsabilità fossero accertate. E questo è avvenuto", ha detto Marco Piagentini, presidente dell'associazione Il mondo che vorrei.

Nei luoghi simbolo della strage, oggi, dallo stadio dei Pini al Parco degli Angeli, da via Ponchielli a Largo Risorgimento, sono anche stati affissi striscioni (vedi articolo sotto). Scritto sulla tela, c'è il malessere di un'intera città. Di una comunità.

A raffica le reazioni politiche e istituzionali che hanno punteggiato questo 'giorno dopo'. A Pietrasanta, il sindaco Alberto Stefano Giovannetti annuncia la sua intenzione di scrivere al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, mentre da Massarosa il suo omologo Alberto Coluccini esprime la sua "vicinanza ai familiari delle vittime". Il coordinamento versiliese di Sinistra civica ecologista porta la propria "vicinanza e solidarietà" ai parenti e il coordinatore lucchese di Italia dei Valori, Domenico Capezzoli, si dice indignato: "Giustizia non è stata fatta", scrive. La segreteria regionale del Pci spinge: "Viareggio. L'ennesima strage impunita? Noi non ci stiamo!"



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità