comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 23°29° 
Domani 23°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
venerdì 14 agosto 2020
corriere tv
Il cast della Casa di Carta a Copenaghen per le riprese, le immagini di un fan

Attualità mercoledì 19 novembre 2014 ore 15:05

Bilance e ricoveri per barchini, nuove norme

Una prima proposta di piano di recupero dovrebbe uscire da un incontro previsto per mercoledì 17 dicembre



VIAREGGIO — La prossima riunione tra Ente parco e Comuni interessati per definire una prima proposta di piano di recupero è prevista per mercoledì 17 dicembre. Ma un primo incontro c'è stato, in vista di norme per regolare bilance e ricoveri per barchini nel bacino del lago di Massaciuccoli.

L’incontro si è orientato su aspetti pratici e operativi relativi agli aspetti normativi e, in particolare, alla individuazione delle modalità con cui affrontare questo annoso problema. Hanno partecipato il presidente e i tecnici dell’Ente parco e i rappresentanti dei comuni di Viareggio, Massarosa e Vecchiano.

Sono stati definiti alcuni aspetti procedurali e burocratici: lo spartiacque sarà la cosiddetta “Legge Ponte” del 1967, che apportò alla Legge urbanistica del 1942 una serie di ampie modifiche e che riconobbe i titoli esistenti. Per quanto riguarda quindi le strutture già in possesso di autorizzazioni antecedenti al 1967, i lavori svolti dall’Ente e dai comuni interessati hanno accertato che i relativi proprietari dispongono già dei titoli necessari per procedere a lavori di risistemazione e riqualificazione, che dovranno comunque essere effettuati in attuazione e nel rispetto del Piano di gestione del Massaciuccoli.
Per quanto riguarda invece le strutture risalenti ad anni successivi al 1967, è stato concordato che per il riconoscimento di titoli e diritti dovrà essere messo a punto, in base ai criteri stabiliti dal Piano di gestione del Massaciuccoli, che insieme al Piano territoriale del Parco e al Regolamento d’uso costituisce lo strumento di pianificazione di riferimento, un apposito piano di recupero e di riqualificazione ambientale.

La definizione di un Piano di recupero destinato a riqualificare, anche da un punto di vista paesaggistico, il lago e il bacino del Massaciuccoli, può essere portata avanti dagli enti interessati, tanto che l’Ente ha chiesto agli stessi comuni di collaborare alla costruzione del piano di recupero, che dovrà essere poi discusso dal Consiglio direttivo dell’Ente e concluderà poi il relativo iter di approvazione da parte degli enti competenti (in particolare Provincia di Lucca, Soprintendenza e Consorzio di Bonifica) in un’apposita conferenza di servizi.

Obiettivo del piano di recupero è inquadrare il tema da un punto di vista normativo e individuare con certezza i tempi di attuazione.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca