comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VIAREGGIO
Oggi 17°21° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
domenica 31 maggio 2020
corriere tv
Space X, partita la navicella Crew Dragon: il momento del liftoff

Attualità domenica 17 maggio 2020 ore 17:45

Prostituzione nella Fase 2, volano multe da 300 euro

viale dei tigli
Viale dei Tigli

Con l'allentamento delle misure anti-Covid, il sindaco ha deciso di quadruplicare la sanzione a carico dei clienti, basta avvicinarsi con l'auto



VIAREGGIO — Stretta sulla prostituzione a Viareggio: quadruplicata la sanzione per i clienti di chi si prostituisce. Dopo la stretta sui controlli per il contrasto alla prostituzione, il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha deciso di portare a 300 euro la multa, già prevista dal regolamento di Polizia e Decoro Urbano del Comune di Viareggio, che fino ad oggi era di 80 euro.

Nei giorni scorsi la polizia municipale e la polizia di Stato hanno passato al setaccio la pineta di Levante, partendo dal viale dei Tigli, lungo il quale svolgono abitualmente la propria attività circa una numerose prostitute. Attività che nella fase del confinamento anti-Covid si era notevolmente attenuata, tanto che alcune prostitute in difficoltà erano state prese in carico dalla Caritas per la consegna della spesa e dei beni di prima necessità.

Con la fase 2 e la ripresa degli spostamenti, è ripartita anche la prostituzione, sia nelle case private che in alcuni luoghi della città:

"Luoghi che sono spesso bellissimi, come appunto il viale dei Tigli, che non può essere solo una strada di collegamento o un parcheggio estivo per chi va al mare: né tantomeno luogo di prostituzione tollerato. Deve essere uno spazio libero e fruibile. Un parco nel parco, con strutture ricettive di livello, a due passi dalle dune e con la villa Borbone a coronare: un luogo da frequentare, per sport, cultura, eventi o anche solo per una passeggiata. Un posto bello, pulito e immerso nella natura", ha commentato il sindaco Del Ghingaro.

Sono 300 euro di multa quindi, per chiunque venga sorpreso a contrattare o a concordare prestazioni sessuali a pagamento ovvero - si legge nel provvedimento - a intrattenersi con i soggetti che esercitano l’attività di prostituzione oppure che li fanno salire o scendere dalla propria auto".

Non solo. Il provvedimento chiarisce che la multa scatta anche per coloro che vengono sorpresi a procedere a passo d’uomo, eseguono brusche frenate, rallentamenti improvvisi, manovre repentine di accostamento e/o fermata, nei luoghi ove stazionano soggetti dediti all’offerta di prestazioni sessuali a pagamento.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca