Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:VIAREGGIO16°21°  QuiNews.net
Qui News versilia, Cronaca, Sport, Notizie Locali versilia
mercoledì 22 maggio 2024

PAGINE ALLEGRE — il Blog di Gianni Micheli

Gianni Micheli

Diplomato in clarinetto e laureato in Lettere, da sempre insegue molteplici passioni, dalla scena alla scuola, dalla scrivania alla carta stampata, coniugando il piacere della scrittura con le emozioni del confronto con il pubblico, nei panni di attore, musicista, ricercatore, drammaturgo e regista. Dal 2009 è iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Toscana riversando nella scrittura del quotidiano le trame di un desiderio di comunicazione in cerca dell’umanità dell’oggi, ispirata dalle doti dell’intelligenza, della sensibilità e della ricerca della felicità immateriale.

Città con sorpresa

di Gianni Micheli - giovedì 28 marzo 2024 ore 08:00

Siete in una città che non conoscete? Avete del tempo libero, anche poco? Non sapete che fare?

Ingredienti per un pomeriggio in città con sorpresa.

Primo: consegnate la guida ai piedi. I piedi sanno più di quanto dicono. A volte si perdono ma poi si ritrovano. E riescono ad andare d’accordo seguendo la stessa direzione: principio da valorizzare. Detto in breve: iniziate a camminare.

Secondo: inseguite un obiettivo minimo. Un centro storico, se presente. Un desiderio, se presente. In caso contrario la ricerca di un negozio di prodotti tipici di cui si ha o non si ha notizia potrà trasformarsi in una buona anzi gustosa meta per incuriosire i piedi. Detto in breve: fermatevi se ne vale la pena.

Terzo: trasformate il telefonino in un esclusivo strumento di navigazione. Interrompete il flusso dei messaggi whatsapp. Abbandonate la curiosità di quei paesi altri e altrove nella galassia dei social che già conoscete fin troppo bene. Detto in breve: dedicatevi al presente.

Quarto: alzate lo sguardo fin sopra l’orizzonte della strada. Spaziate tra finestre, terrazze e scorci di prospettiva. Inseguite le linee, le forme e i colori. Detto in breve: ricordatevi di quando quel pazzo dell’insegnante di matematica cercava di spiegarvi il piacere della geometria senza riuscire nell’intento (eppure aveva ragione ma voi, di ragioni, ne avevate altre).

Quinto: apritevi alla meraviglia che, prima o poi, vi raggiungerà. Scoprirete che la meraviglia è un ingrediente del quotidiano che spesso ci attraversa senza colpirci, distratti e/o indaffarati come siamo. E che si lega straordinariamente al sorriso, quel sorriso capace di convertire il momento e l’improvviso nel segno distintivo di una giornata da non dimenticare. Detto in breve: cercando l’insolito lo troverete.

Sesto: date spazio alla curiosità. Lo strumento di navigazione che avete in tasca consente di recuperare notizie e suggerimenti da qualsiasi fonte: grafica e scritta. Cercate. Approfondite. Detto in breve: non siate pigri.

Settimo: se la curiosità si apre ad un principio inaspettato, ad un ordine delle cose sconosciuto – sconosciuto perché non ne avete fatto parte -, sfruttatela per dare inizio ad un gioco. Una caccia al tesoro, inseguendo l’ordine degli altri dal disordine di ciò che non sapete ma avete ormai intuito, fa sempre al caso e non lascia mai delusi. Detto in breve: ricordatevi che anche gli adulti amano giocare, anche da soli, sebbene non possano dirlo apertamente (non sempre).

Quelle che mostro in galleria sono le immagini catturate in una caccia al tesoro improvvisata nella città di Nichelino (TO) seguendo il principio dei sette punti appena esposti.

Nichelino, al di là della Palazzina di Caccia di Stupinigi, non è famosa per un centro storico di quelli che siamo soliti attenderci, non per le chiese imponenti, non per le strutture medievali. È una città moderna di strade, incroci, palazzi e traffico. Una città dove passeggiare potrebbe apparire noioso. Almeno fino a quando alzi gli occhi (punto 4) e t’accorgi di una possibilità offerta al passeggiatore curioso: inseguire i colori. E scoprire, al di là delle strade, degli incroci e del traffico, che Nichelino è chiamata la “città dei murales”, la città di “Nichelino Lights Up Festival”. E che i palazzi non sono quello che sembrano.

La caccia al tesoro è partita spontanea!

Gianni Micheli

Articoli dal Blog “Pagine allegre” di Gianni Micheli